Il Ricircolo d’Aria nelle grow box è di primaria importanza se si vuole intraprendere una coltivazione indoor salubre e fruttuosa. Pensare ad una coltivazione casalinga senza l’aiuto di un corretto sistema di areazione risulterebbe sicuramente velleitario e fallimentare.

Come è risaputo tra i growers, la temperatura e l’umidità giocano un ruolo fondamentale sulla crescita sana e rigogliosa delle piante. Solo grazie ad un impianto di areazione per grow box, opportunamente calcolato sulla volumetria dell’ambiente, è possibile ricreare tali condizioni.

Scopo di questa guida è cercare di capire insieme l’importanza del ricircolo d’aria nelle grow box e quali sono gli aspiratori adeguati per avere un sistema di areazione efficiente.

La ventilazione forzata per un corretto ricambio d’aria nelle grow box

La ventilazione Forzata per il ricambio d’aria nelle grow box avviene per mezzo di estrattori o ventole appositamente montate in entrata ed uscita negli armadi

E' questo un argomento molto sensibile che abbraccia svariate realtà,
come uso domestico o industriale, Areazione di Bagni ciechi (senza aperture), cucine o ambienti sanitari. In generale in ogni ambiente lavorativo con un adeguata ventilazione, abbatte molteplici agenti patogeni, elimina odori, aiuta a creare ambienti più salubri

Non di meno questo è certamente applicato sulle nostre coltivazioni casalinghe. Come accennato nel primo paragrafo, la temperatura e l’umidità influenzano fortemente la crescita rigogliosa delle vostre piante.

Inoltre le piante a differenza degli esseri umani hanno bisogno di ricche dosi di co2 per effettuare la fotosintesi, prima tra tutte la cannabis. I livelli di temperatura, umidità e c02 variano con il ricambio d’aria. Tali parametri possono essere gestiti e mantenuti solo per mezzo di opportuni estrattori o ventole che assicurano sia un corretto Ricambio d'Aria nelle grow box, sia il reintegro della co2 necessaria .

Di seguito analizziamo punto per punto la fondamentale importanza di un corretto ricambio aria nelle grow room.

  • Un Ricambio Aria costante contribuisce a reintegrare gli opportuni livelli di CO2 necessari al processo di fotosintesi clorofilliana. Questo parametro può essere gestito solo da un corretto Ricircolo di Aria. I Grower più esperti addizionano l'anidride carbonica nelle Grow Room con apposti Impianti CO2 che erogano gradualmente anidride carbonica massimizzando notevolmente la raccolta. Avere quantità ridotte di CO2 significa rallentare lo sviluppo della pianta e diminuire la quantità del raccolto.
  • Un altro aspetto fondamentale di un buon Ricambio di Aria, è abbassare e mantenere la temperatura stabile, in particolare quando si usano Lampade HPS o MH. Generalmente quando si parla di Cannabis le temperature medie durante le ore di luce accettate dalla pianta, vanno dai 21°C fino ai 30°C, tolleranza che si abbassa ad un minimo di 18°C ed i 18°C nel periodo di fioritura. Il mantenimento delle temperature ottimali è influenzato anche da un buon Sistema di Areazione.
  • Un altro punto saliente sul perchè è importante dotare la Grow Room di Sistema di Areazione, è il mantenimento dell’umidità relativa. Un elevata umidità può esser ridotta aumentando la potenza dell'aspiratore o migliorando la ventilazione nelle grow box interna, viceversa per aumentare l'umidità si diminuisce la portata in uscita dell'Estrattore Aria o in casi critici di bassa umidità possiamo dotare il nostro Kit di Coltivazione di un Umidificatore. Garantire valori stabili di umidità, evitando gli eccessi, vuol dire anche abbattere la proliferazione di parassiti e malattie come per esempio acari e le dannose muffe, questi parametri si possono tenere sotto controllo solo con un corretto Ricambio d’aria ed evitando pericolosi ristagni.
  • Come dicevamo Molto importante è anche la ventilazione nelle grow box con l'ausilio di Ventilatori a pinza o con base regolabile. La Ventilazione interna alla Grow Room favorisce una robusta crescita delle piante, i ventilatori infatti producendo un movimento degli steli e del gambo che praticano alla piante una vera e propria ginnastica che fortifica rami e fusto, oltre a mantenere in salute i vegetali.

Strumenti e caratteristiche Del sistema di areazione grow box

Vediamo ora quali sono i componenti principali di un Sistema di Areazione nelle grow box e come installarli per un corretto Ricircolo Aria nella nostra coltivazione indoor. L'aspiratore o estrattore, che è lo strumento protagonista del Sistema di Areazione, è anche fondamentale per una corretta regolazione dell'umidità, più aria si aspira più si abbasserà il livello di umidità e viceversa.

Per aiutarci a regolare i parametri di temperatura e umidità, alcuni estrattori sono dotati di potenziometri che in alcuni modelli sono integrati nell’ estrattore.

Conosciamo in dettaglio i vari componenti che formano un Impianto di Areazione nelle grow box completo e come installare la strumentazione necessaria:

  • Introduzione Aria grow box. Come detto nelle Grow Room è necessario introdurre aria pulita dall'esterno per garantire un Ricambio di Aria corretto, questo compito è svolto da aspiratori assiali o ventole di medie o piccole dimensioni, in ambienti di maggiore grandezza il ruolo di Introduttore Aria può essere coperto da classici Estrattori Aria elicoidali o centrifughi.
    L'introduzione dell'aria deve necessariamente avvenire dalla parte bassa dell'ambiente di coltivazione, quindi il nostro introduttore deve essere installato nella parte bassa della Grow box. Può essere messo internamente o esternamente al box in base allo spazio a disposizione, in corrispondenza dell'apposita bocchetta in dotazione. la captazione dell'aria in ingresso deve avvenire possibilmente sempre dall'esterno, con delle condotte flessibile
    Nelle coltivazioni sia amatoriali che professionali è buona prassi installare un Filtro antipolvere meglio se a carboni attivi, ottima barriera contro insetti e infestanti.
  • Estrazione Aria. Gli Estrattori Aria sono gli strumenti necessari a svolgere questa funzione. Ne esistono vari modelli con varie potenze scelti sempre in funzione al Volume della Grow Room, in base ad essa si dovranno eseguire un determinato numero di Ricambi d'Aria che garantiranno un corretto reintegro della co2 e livelli di temeperatura umidita ottimali. L'Estrazione Aria a differenza dell'introduzione avviene nella parte alta della Grow box, anche in questo caso i grow box in commercio sono dotati di bocchette nella parte superiore. L'aria in uscita deve andare sempre all'esterno mai nello stesso ambiente dove è situata la Grow Box, a questo proposito vi suggeriamo sempre di posizionare i box adiacenti ad aperture o finestre.
    é di fondamentale importanza che La portata dell'Estrattore dovrà essere maggiore dell'Introduttore Aria, spiegheremo il perchè nei paragrafi succcessivi
  • Filtri a Carboni Attivi. Un altro strumento necessario nelle coltivazioni domestiche è un adeguato sistema di filtraggio per l'abbattimento degli odori, compito eseguito da un Filtro a Carboni Attivi. In particolare quando si parla di Cannabis, è indispensabile il suo utilizzo. Può essere installato direttamente con le apposite flange all'estrattore, sempre nella parte alta ed interno alla Grow Box. In caso che l'estrattore si trovi all'esterno del box possiamo raccordare la distanza sempre con un segmento di tubo flessibile, distanza che in generale è sempre meglio che sia inferiore ai 2 m. Oltre le linee VKO 100mm - VK01 125mm che non supportano tali filtri, la maggior parte degli estrattori in commercio sono predisposti per i Filtri a Carboni Attivi senza comprometterne il corretto funzionamento.
  • Ventilazione interna grow box. Come accennato in precedenza la Ventilazione Indoor, ovvero la movimentazione dell'aria all'interno dello spazio di coltivazione è anch'essa fondamentale per una crescita sana e rigogliosa delle pianta. Può essere effettuata con classici ventilatori e apposite ventole montate lungo la struttura del Grow Box, in base sempre allo spazio che abbiamo a disposizione.
  • Condotte flessibili e Raccordi. Tubi flessibili, in genere in alluminio, serviranno per collegare gli Estrattori Aspiratori alle varie aperture sia della Grow Room che alle aperture esterne per la captazione di aria pulita e per l'uscita dell'aria dall'ambiente di coltivazione.
  • Misuratori e Potenziometri. esistono strumenti come potenziometri, termoigrometri o timer che non influenzano direttamente il funzionamento del nostro Impianto di Areazione, essi sono indispensabili per tenere sotto controllo diversi parametri, alcuni di questi accessori ci aiutano a capire se il nostro sistema sta funzionando correttamente. Per esempio il Termoigrometro è fondamentale per misurare i livelli di umidità e temperaturà, parametri mantenuti stabili solo da un corretto Ricircolo Aria.
  • Centraline per temperatura e umidità:
    infine a secondo del budget che si ha a disposizione è vivamente suggerito l’utilizzo di apposite centraline per il controllo della temperature e l’umidità.
    Queste centraline per mezzo di opportuni e precisi sensori regolano la temperatura e l’umidità a nostro piacimento regolando il flusso d’aria in introduzione ed estrazione. Questo espediente permette sempre valori costanti nelle grow room con conseguente giovamento delle vostre coltivazioni.

Ricambio aria grow room per una coltivazione più salubre

Avere dei ristagni d'aria nelle vostre coltivazioni domestiche equivarrebbe ad avere campo fertile per numerose patologie quali insetti parassiti o ancor peggio muffe che comprometterebbero il vostro raccolto. Per questo motivo non ci stancheremo mai di dire che la ventilazione ed il ricambio d’aria nelle grow room sono basilari.


Per esempio in piena fase di fioritura la maggior parte delle varietà di Cannabis coltivate indoor teme l'insorgere di muffe, le temute Botriti. Esse si formano o proliferano come conseguenza al ristagno dell’aria.

L'unico rimedio funzionale è la prevenzione ovvero tenere costantemente sotto controllo i parametri di umidità e temperatura e con l'ausilio di un adeguato Sistema di Areazione per il ricircolo d’aria in grow room

Per esempio un buon sistema di filtraggio posto anche all'ingresso dell'aria nella coltivazione indoor, limita l'intrusione di spore o uova d'insetti.
Un esempio possono essere i comuni acari delle piante, essi si manifestano nelle nostre coltivazioni indoor verso i mesi più caldi. La loro proliferazione nelle Grow Room è dovuta ad un ambiente troppo umido e caldo, quindi con una gestione errata del sistema di ventilazione grow box
Se prevenire è sempre meglio che curare, assicuriamoci un ottimo Impianto di Areazione e ventilazioni per la vostra grow room

Calcolo cubatura e ricambio aria grow box

Ci sono varie scuole di pensiero e si dibatte molto spesso sulla formula relativa al calcolo del volume di ricambio d’aria nelle grow box necessario nelle coltivazioni domestiche, per far sì che la CO2 venga reintegrata, al fine di velocizzare la crescita delle piante.
Dacché i vegetali adatti per la coltivazione all'interno sono molteplici ed il bisogno delle piante cambiano nelle varie fasi, questi valori possono differire andando avanti nel ciclo di coltivazione.

Comunque per la nostra esperienza diretta e citando i libri di agronomia, il Ricambio Aria medio in m3/h necessario per un costante reintegro della CO2 all'interno della nostra grow room sembra essere:

[VOLUME GROWBOX in m3] x [1/1,5] x [60 Minuti]

  • La nostra formula è costituita da un primo dato variabile che corrisponde al volume (V) della Grow Box espresso in m3.
  • Il secondo parametro è una costante che va da 1 volta in fase vegetativa fino 1,5 c’e chi dice 2 volte la cubatura al minuto da cui possiamo ottenere un valore medio che corrisponde a 1,75. Questa calcolo ci aiuta a conoscere la portata minima o massima che dovrà avere il nostro estrattore aria.
  • Il terzo e ultimo dato è anch'esso una costante e corrisponde ad un arco di tempo, [60 min] ovvero un'ora, ci aiuta a completare il calcolo conoscendo così la portata oraria dell'aspiratore. Il nostro valore finale sarà espresso in m3/h.

Facciamo un esempio pratico; Abbiamo appena acquistato una Grow Box da 2m3, equivalere ad un modello da 100x100x200 cm ovvero 2m3. Vogliamo quindi sapere il ricambio d'aria medio che gli dobbiamo garantire e quale aspiratore estrattore può fare al caso nostro, sempre per una giusta Ventilazione nella Grow Room.

2m3 [V] X 1,50 [costante media] X 60 [min] = 180-200 m3/h

Grazie a questa semplice formula sappiamo che la nostra Grow Box da 2m3 dovrà montare un estrettore aria che ha una portata media di 200 m3/h.

Impianto areazione grow box e pressione negativa.

Quale estrattore posso installare per una ventilazione della grow box efficiente?

La prima cosa da tenere in considerazione è certamente il mantenimento della pressione negativa. Ma cos’è la pressione negativa e come si ottiene in un impianto d’areazione grow box?
Se vi è capitato di vedere una grow box efficiente accesa, avrete notato che le pareti in tela tendono a comprimersi verso l’interno. Questa compressione o “effetto sottovuoto” tipico di quando si viaggia in aereo è detta pressione negativa. Ma come si ottiene e a cosa serve?

Molto semplicemente la pressione negativa si ottiene estraendo un volume d’aria maggiore di quello che si immette. Basta infatti montare un estrattore equilibratamente più potente di quello che introduce l’aria ed il gioco è fatto.

La maggiore potenza in estrazione rispetto all’introduzione provocherà questo effetto tipo sottovuoto, detta pressione negativa Ma attenzione ci sono dei parametri ben precisi per realizzare una pressione negativa adeguata, in un impianto di areazione per grow box.

A questo proposito è necessario installare un estrattore che produca un volume d’aria di circa il 25% maggiore dell’intrtoduttore.
Esempio: Con un estrattore da 240 m3/h, sara necessario un introduttore d’aria di circa 180/190 m3/h.

Qui di seguito abbiamo riportato cubature standard riferite ad alcune tipologie di Grow Box in commercio e spazi di coltivazione di misure maggiori. La tabella ci aiuterà a scegliere quale estrattore aria installare a seconda dei m3 che abbiamo a disposizione.

ATTENZIONE:

  • Questi dati tengono conto del normale abbassamento medio della portata degli estrattori procurato dall'applicazione di filtri a carboni attivi e condotte flessibili (fino ad un massimo di 2 m)

  • Non è possibile utilizzare filtri a carboni attivi con i modelli di estrattori aria elicoidali VKO 100 e VK01 125

Ricircolo aria grow box quale estrattore scegliere?

Per capire quale Estrattore Aria scegliere per la propria coltivazione indoor, la prima cosa da accertarsi e che l'estrattore sia proporzionato, in termini di potenza, alla Grow Box scelta. in ogni caso, come accennato nel paragrafo precedente la regola fondamentale da seguire in ogni coltivazione è che il volume d'aria estratta dovrà essere maggiore (circa il 25%)del volume in entrata.
Elenchiamo i principali estrattori e in quali ambienti di coltivazione sono più adatti:

VOLUME GROW-BOX/ROOM

NUMERO RICAMBI ARIA

POTENZA

ESTRATTORE CONSIGLIATO DA G.S.I.

0,60m x 0,60m x 1,40m = 0,50m3

[V] x (1,5÷2) x 60min = 45÷60

65-80 m3/h

Vents VK-01 125mm

0,80m x 0,80m x 1,60m = 1,02m3

[V] x (1,5÷2) x 60min = 90÷120

125 m3/h

Vents TT 100mm

0,80m x 0,80m x 1,80m = 1,15m3

[V] x (1,5÷2) x 60min = 103÷138

140 m3/h

Vents TT 125mm

1,00m x 1,00m x 2,00m = 2m3

[V] x (1,5÷2) x 60min = 180÷240

240 m3/h

Vents TT 125mm oppure VK 125mm

1,20m x 1,20m x 2,00m = 2,88m3

[V] x (1,5÷2) x 60min = 260÷345

450 m3/h

VK 125mm oppure VK 150mm

1,50m x 1,50m x 2,00m = 4,5m3

[V] x (1,5÷2) x 60min = 405÷540

540 m3/h

VK 150mm oppure VK 200mm

2,00m x 2,00m x 2,00m = 8m3

[V] x (1,5÷2) x 60min = 720÷960

720 m3/h

VK 200mm oppure VK 250mm

3,00m x 3,00m x 2,00m = 18m3

[V] x (1,5÷2) x 60min = 1620÷2160

1620 m3/h

VK 250mm oppure VK 315mm

5,00m x 5,00m x 2,00m = 50m3

[V] x (1,5÷2) x 60min = 4500÷6000

4500 m3/h

VK 315mm o simili