Piante in idroponica, quali posso coltivare per avere degli ottimi risultati in termini di resa, risparmio e qualità del mio raccolto. Con la coltivazione idroponica si possono allevare diverse tipologie di vegetali, ma quelli che meglio gli si adattano, sono le cosi dette piante stagionali tra cui: insalate, pomodori, peperoni, erbe aromatiche, insalate, basilico, cetrioli, zucchine, fragole e molti altri. Bensì anche piante ornamentali come le orchidee o il ficus possono essere coltivate in idroponica.

Tuttavia, ognuna di esse ha bisogno di specifici requisiti per crescere bene, quindi è importante scegliere correttamente gli impianti idroponici adeguati alle piante da coltivare e seguire le istruzioni per la cura e la manutenzione appropriate.

Sommario della guida:

Coltivazione idroponica di piante stagionali come ortaggi e frutti

Le piante stagionali nella coltivazione idroponica sono quelle più utilizzate, in quanto crescono e fioriscono terminando il loro ciclo in un determinato periodo dell'anno che solitamente avviene in base alle condizioni climatiche (anche artificialmente create) Le piante che crescono e fioriscono in primavera e in estate sono considerate stagionali, mentre quelle che continuano la loro vita durante l’autunno e in inverno sono considerate perenni.

Alcune piante stagionali, ortaggi e frutti per la coltivazione idroponica:

  • Pomodori;
  • Basilico;
  • Peperoni;
  • Melanzane;
  • Pianta del caffè:
  • Zucchine;
  • Lattuga;
  • Insalate;
  • Peperoncino:
  • Fragole.

Coltivare piante in idroponica può essere una sfida in quanto ognuna di esse ha bisogno di condizioni climatiche adeguate per crescere e fiorire, e ogni specie richiede diverse tipologie di fertilizzanti e differenti valori di PH ed EC. Ma una volta trovato il mix giusto tra strumentazione, clima, nutrienti e varietà giusta, coltivare ortaggi in idroponica può essere molto soddisfacente, poiché permette di godere dei frutti del proprio lavoro e di avere raccolti abbondanti per tutto l’anno.

Coltivazione idroponica pomodori

I pomodori possono essere coltivati con successo in idroponica essendo considerata una tra le colture idroponiche redditizie. La coltivazione idroponica permette di controllare precisamente l'apporto di nutrienti somministrati alle piante, il che può aiutare a prevenire malattie e a migliorare la qualità e la quantità del raccolto.

Per coltivare pomodori in idroponica, è importante utilizzare un sistema di coltivazione adeguato, come un sistema NFT o un sistema DWC e utilizzare un substrato adatto, come l'argilla espansa o la fibra di cocco. I pomodori crescono come piante rampicanti, quindi sarà necessario fornirgli dei supporti adeguati per assicurarsi un abbondante raccolto.

Inoltre, è importante fornire le giuste ore di luce solare o artificiale adeguata, mantenere una temperatura e un'umidità appropriate e monitorare costantemente i livelli di nutrienti e i valori di pH che devono essere tra il 5,8 e 6,3, mentre i vlori di EC sono compresi tra 2,0 e 3,5 Ms/cm.

Con una buona cura e una gestione adeguata, è possibile coltivare pomodori di alta qualità e raccogliere un gustoso e abbondante raccolto.

Coltivazione idroponica fragole

Le fragole sono spesso coltivate in idroponica nella produzione intensiva. La coltivazione idroponica di fragole permette di controllare precisamente l'apporto di nutrienti e di acqua somministrate alle piante, il che può aiutare a migliorare la qualità e la quantità del raccolto. Con una buona cura e una gestione adeguata del sistema di coltivazione, è possibile coltivare con successo fragole di alta qualità in idroponica.

Per coltivare fragole in idroponica, è importante utilizzare un sistema di coltivazione adeguato, come gli Aerotube Platinium o un sistema Aero Flo della GHE, utilizzare un substrato adatto, come l'argilla espansa o lana di roccia, e fornire luce solare o artificiale in maniera adeguata alle piante.

Inoltre nella coltura idroponica di fragole , è fondamentale mantenere parametri di temperatura e un'umidità appropriate, un severo controllo dei livelli pH compresi tra 5,5 e 6,2, mentre l’EC non deve superare lo 0,9 mS/cm quando la temperatura raggiunge 25 °C. Fragole idroponica verticale, difatti generalmente sono coltivate come piante rampicanti, utilizzando un sistema di sostegno per far crescere i fusti.

Coltivazione idroponica peperoncini

Coltivare peperoncini in idroponica è possibile e può essere un modo divertente ed efficiente per crescere queste amatissime piante. Alcune considerazioni importanti quando si coltivano i peperoncini in modo idroponico includono la selezione del giusto tipo di sistema, la fornitura della giusta soluzione nutritiva e il mantenimento delle condizioni climatiche adeguate.

Quali sono i sistemi idroponici più utilizzati per la coltivazione dei semi di peperoncino:

Sistemi idroponici a goccia - Questo sistema utilizza una serie di gocciolatori per rilasciare lentamente la soluzione nutritiva alle radici delle piante.

Deep Water Culture (DWC) - Questo sistema utilizza un contenitore riempito con acqua ricca di sostanze nutritive substrato di argilla o lana di roccia, per sostenere le piante.

Quando si coltivano peperoncini in idroponica è importante fornire la giusta soluzione nutritiva, appositamente formulata per i peperoni, che includa tutti i macro e micronutrienti necessari per la crescita delle piante.

Le condizioni di crescita idroponica dei peperoncini sono simili a quelle coltivate in terra, con un intervallo di temperatura compreso tra 20 e 30 °C e un livello di umidità compreso tra il 40 e il 60%. I valori di PH sono compresi tra 5,5 e 6,6 mentre mentre per i valori di EC è importante un accurato controllo. Nella fase iniziale del giovane germoglio l'Ec deve essere 0,6 al massimo 1,0 ms/cm. Mentre nelle fasi di crescita e fioritura deve essere compreso tra 1,0 e 2,0. A fine fioritura è sarà necessario scendere nuovamente tra 0,6 e 1,0.

È anche importante fornire alle piante una illuminazione adeguata, sia fornita dalla luce solare naturale che da lampade artificiali.

È importante notare che la coltivazione idroponica dei peperoncini può essere più complessa rispetto alla coltivazione in terra e richiede la conoscenza dei sistemi idroponici e della manutenzione, oltre a un investimento significativo in attrezzature.

Coltivazione idroponica in casa di frutti e ortaggi

La coltivazione idroponica in casa può essere un modo divertente e gratificante per produrre ortaggi, frutti e piante da fiore, durante tutto il periodo dell’anno. Tuttavia coltivare piante idroponiche in appartamento può richiedere un po' di impegno iniziale per imparare i concetti di base e acquistare o costruire il sistema e gli strumenti necessari.

Ma una volta impostato e settato l’impianto, può essere un'attività piacevole e appagante che permette di avere a disposizione sempre piante fresche e sane. Inoltre, il mancato utilizzo del terriccio rende la coltivazione di piante in idroponica meno dispendiosa, evitando anche l’ingombro e smaltimento del substrato esausto.

Ci sono diversi motivi per cui le persone potrebbero scegliere di coltivare usando l'idroponica, che è una tecnica per crescere piante senza utilizzo di terra. Alcuni di questi motivi includono:

  • Maggiore efficienza: l'idroponica consente un maggiore controllo sull'ambiente di crescita, inclusi temperatura, umidità, luce e livelli di nutrienti. Ciò può portare a tassi di crescita più rapidi, rese più elevate e raccolti di migliore qualità.
  • Controllo dei parassiti e delle malattie: i sistemi idroponici sono generalmente collocati al chiuso, il che può aiutare a prevenire l'ingresso di parassiti e malattie nell'ambiente di coltivazione. Riducendo l'uso di pesticidi, fertilizzanti e altri prodotti chimici, usati nelle altre coltivazioni.
  • Produzione continua: l'idroponica consente di coltivare piante tutto l'anno, indipendentemente dalle condizioni meteorologiche esterne.

Naturalmente, l'idroponica presenta anche alcuni inconvenienti come il costo della strumentazione e manutenzione del sistema, la necessità di conoscenze tecniche e il rischio di interruzioni di corrente o guasti del sistema.