Per scegliere le lampade coltivazione indoor, è necessario anzitutto capire gli spazi a disposizione. Negli spazi piccoli le più appropriate sono certamente le lampade CFL basso consumo o le lampade LED, per via della bassa emissione di calore.Ingrandendo gli spazi, da 0.8mq in su, è possibile utilizzare anche le lampade HPS, che emettono una maggior quantità di calore. A seconda della colorazione dello spettro emesso (misrabile in gradi Kelvin), queste lampade sono maggiormente indicate per le 2 fasi vitali della pianta: Crescita e Fioritura.

 

Di seguito elencheremo a seconda delle varie fasi vitali della pianta quali lampade per la coltivazione indoor scegliere secondo le vostre esigenze.

Lampade Indoor per la fase di crescita

Durante la fase di crescita le piante hanno bisogno di colorazioni bianche bluastre con elevata temperatura di colore, per simulare la fase rimaverile e sollecitare al meglio la fotosintesi clorofilliana. Queste lampade indoor per la fase di crescita, producono internodi maggiormente ravvicinati, beneficiando nella densità e quantità del raccolto finale.
Di seguito le tipologie usate per la fase di crescita:

  • lampade MH a ioduri metallici: lampade indoor a scarica di colorazione bianca, perfette per la fase di crescita tuttavia con una notevole emissione di calore.
  • lampade CFL fluorescenti a basso consumo, con temperatura di colore da 6400 K. Sono le più popolari poichè, anche in spazi angusti, garantiscono poca emissione di calore e buona efficenza energetica
  • lampade led: I grow Led sono a luce fredda ed emettono uno spettro ricco di colorazioni.Queste lampade, tra tutte le tipologie a luce fredda, sono quelle con l'efficenza luminosa e risparmio energetico più alto.

Lampade germinazione cannabis e talee cannabis

La delicatezza della prima fase di necessita di un ambiente umido (circa 80-90%), sufficentemente caldo (18°-24°C) e più sterile possibbile. L'utilizzo di un termoigrometro e di una serra per propagazione talee più o meno riscaldata sono di basilare importanza in questa fase per una buona riuscita, sia della germinazione del seme che per la propagazione delle talee.

lampade mh lampade led fase vegetativa

Lampade per coltivare nella Fase di fioritura

Le lampade per coltivare al meglio nella fase fioritura e di fruttificazione sono molteplici. Queste lampade emettono uno spettro di colorazione gialla-arancione, che simulano la fase estiva-autunnale e sono specifiche per indurre e alimentare la fioritura e fruttificazione dei vegetali.
Di seguito elencheremo le tipologie principali:

  • Lampade CFL fluorescenti compatte: sono lampade a basso consumo, con temperatura di colore da 2700 K, specifiche per la fase di fioritura. Queste lampade per coltivare indoor sono adattabili in spazi ristretti ed utilizzabili anche nei periodi piu caldi dell'anno
  • Lampade HPS ad alta pressione di sodio: Sono decisamente le più comuni ed utilizzate, garantiscono uno spettro potente ed adatto alla maturazione, tuttavia sprigionando un notevole calore. Specifiche per la fase di fioritura.
  • Lampade HPS Agro: Simili alle Hps da fioritura, tuttavia con uno spettro misto che le rende utilizzabili per entrambe le fasi di crescita e fioritura
  • Lampade led: anche queste lampade emettono uno spettro misto che le rende versatili sia per la fase di crescia che di fioritura.Lampade led
  • Lampade CMH: lampade a scarica di ultima generazione, garantiscono un'eccezionale efficenza luminosa per entrambe le fasi.

Come per la fase vegetativa, anche durante questa fase, una temperartura di colore bassa favorisce la stimolazione e la crescita di nuovi fiori ed una migliore maturazione dei frutti; tutto ciò è favorito da lampade che producono uno spettro di luce dove il rosso predomina.

lampada fase fioritura cannabis grow box

Lampade per grow Box quali sono le piu adatte

Come accennato sopra scegliere la lampada per grow box più adatta è un fattore determinante. La cosa più importante da tenere in considerazione è sicuramente la grandezza delle ambiente che si sta usando. nellee grow box piccole, ad esempio(40x40-60x60) sara necessario istallare lampade basso cfl basso consumo oppure led, sistemi notoriamente a scarsa emissione di calore. crescendo con lo spazio ad esempio(80x80-100x100) e cosi via è possibile utilizzare le tradizionali lampade.
Come abbiamo ampiamente sottolineato, la discriminante per scegliere le lampade per grow box piu adatte è la capacita degli estrattori di dissipare il calore a seconda degli spazi utilizzati. Consultatevi con il vostro venditore per approfondire questo aspetto.

Tabella per la scelta della lampada per coltivazione indoor

La scelta della potenza luminosa, cioè il wattaggio della lampada per coltivazione indoor, è determinato necessariamente dalla superfice a disposizione per la vostra Grow Box. La tabella di seguito è un valido aiuto per orientarsi nella scelta:

Quale è l'esatta distanza delle lampade dalle piante

L'esatta distanza delle lampade dalle piante è strettamente legata al tipo di illuminazione e al numero di watt adoperati. In commercio esistono vari tipi di lampade da coltivazione, che solitamente vengono scelte dal cliente in base all’ambiente di coltivazione.

Di seguito elencheremo le giuste distanze da mantenere tra le piante e le lampade di ogni tipo.

  • Distanza tra lampade hps e piante

La distanza tra le lampade hps e le piante è determinato da i watt adoperati. Lampada hps da 250 watt, va posizionata a una distanza di 35-55 centimetri dalle apicali della pianta. Lampada hps da 400w deve essere installata ad una distanza di 40-60 cm dalle foglie più alte, mentre una da 600 watt non deve trovarsi mai al disotto dei 60-80 centimetri.

  • Distanza tra lampade led e piante

Per quanto riguarda la distanza tra lampade led e le piante è un po più complicato descrivere le distanze giuste, in quanto esistono moltissimi modelli di watt differenti. Molti pensano che i led, essendo luci fredde, possano essere posizionate a pochissima distanza dalle piante. Invece per avere un fascio di luce sufficiente per coprire bene lo spazio di coltivazione le giuste distanze sono fondamentali.

Concludiamo dicendo che per le lampade led di medio wattaggio compreso tra 130w e i 600w la giusta distanza è compresa tra 30 e 60 centimetri. Per modelli di watt superiori si arriva anche al metro di distanza. Mentre per led con bassi watt da 35w-60w la distanza può essere molto ravvicinata, ma sempre tenendo in considerazione la profondità che deve raggiungere

 

Per accertarti della effettiva efficienza delle tue lampade per coltivazione puoi avvalerti di uno strumento indispensabile per monitorare l'efficacia e il deterioramento del tuo impianto di illuminazione.

Le lampade a pressione di sodio, come noto sono soggette a deterioramento e diminuzione di prestazioni dopo determinato uso.

Lampade per autofiorenti piu indicate

Tra tutte le tipologie in commercio le lampade per autofiorenti sono quelle a spettro misto versatili per crescita e fioritura. Considerato il loro breve ciclo vitale, risulta sconveniente la separazione degli spettri tramite due diverse lampade indoor.

Le piante autofiorenti essendo indipendenti dal fotoperiodo, fioriranno automaticamente dopo circa un mese indipendentemente dalle ore di luce somministrate.

Nella coltivazione indoor usando lampade per autofiorenti è consigliato dare a queste piante 18/20 ore di luce. Questo prolungamento forzato della luce farà si che le piante autofiorenti cresceranno in maniera rapida e rigogliosa e di conseguenza doneranno un raccolto abbondante.

VISITA LA CATEGORIA LAMPADE PER PIANTE